HOME | MAPSITE | ABOUT US | HISTORY | GUIDES | LINKS | CREDITS | MAPS | EVENTS | REGISTER | PORTAL

   
 

 

CREDIT - RINGRAZIAMENTI

STORIA DI AGEROLA

 

Ringrazio tutti coloro che hanno preso parte alla realizzazione di questo sito dedicato ad AGEROLA, e nel citarli non mancherò di aggiungere la loro biografia.

 

In particolare, ringrazio il Maestro Luciano Michelini di Roma, che ha collaborato per la scelta delle musiche, nonchè per aver musicato con pezzi unici, alcuni dei video presenti in questo sito. Docente di ruolo dal 1970, nel Conservatorio di S. Cecilia in Teoria e Solfeggio. Dal 1999 è docente anche del corso di musica per film. Presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra ha insegnato, come docente incaricato, Pianoforte principale. Presso la Scuola "T. Ludovico Da Victoria" ha tenuto corsi di esercitazioni orchestrali, tenendo vari concerti in svariate sedi (Auditorium S.Leone Magno, Palazzo Barberini, Cancelleria Sala Nervi, Auditorium Via della Conciliazione ecc.). Dal 1964 al 1982 è stato pianista, arrangiatore e direttore d'orchestra presso la R.C.A. (oggi B.M.G. Ariola), Casa Ricordi e la Cam, incidendo più di quaranta 33 giri, in prima persona e con vari artisti italiani e stranieri, ha collaborato per quasi venti anni con Severino Gazzelloni, incidendo con lui sei 33 giri ed eseguendo molti concerti. Ha scritto la colonna sonora di più di 30 films italiani e stranieri (da ricordare quella in dieci cassette della Fabbri su "Giovanni Paolo II, il Papa, il Suo messaggio"), trasmesso dalla Rai e da molte emittenti estere. Ha patrocinato la Stagione Sinfonica 1993-94 dell'Orchestra Sinfonica Abruzzese presso il Pontificio Oratorio di S. Pietro in Roma, dirigendo diversi concerti. Ha scritto per due anni di programmazione le musiche della trasmissione televisiva "Ciao Italia" su Rai 1. Dall'87 al '91 ha ideato e condotto per "Persona Tv" 30 puntate di un programma musicale intitolato "Stradivari" (una specie di "racconto in video" della vita e del mestiere di musicista) articolato in 5 momenti con la partecipazione artistica e le interviste di circa 200 ospiti tra strumentisti, cantanti e direttori d'orchestra, da Uto Ughi alla Kaibavanska accompagnando al pianoforte solisti di grande valore come Stolzman, Stenghel, Gazzelloni, Garfagna, Loppi, Ruggeri, Redditi e molti altri. In "Stradivari" per la prima volta saggi pubblici dell'orchestra allievi del conservatorio S.Cecilia (anni'90) sono stati mandati in onda integralmente.
 

Maestro Luciano Michelini - AGEROLA


Da alcuni anni collabora artisticamente, tenendo Master Class per la Yamaha Music Foundation, presso il "centro studi musicali Yamaha" di Anna Gutling. Nel settembre del 1995 è stato Direttore Artistico dell'Associazione culturale "T. Ludovico DA Victoria", dal 2000 è socio SIAE. Ha tenuto numerosi concerti come pianista e direttore d'orchestra presso prestigiose sedi, con programmi sinfonici e cameristici, privilegiando in diverse occasioni i Recitals di grandi colonne sonore di celebri films (di cui ha curato elaborazioni e arrangiamenti originali per pianoforte solo e pianoforte e orchestra), un genere musicale molto amato dal grande pubblico.

In occasione della beatificazione di Padre Pio (16 Giugno 2002) ha scritto le orchestrazioni di 7 brani del musical che Toni Santagata ha composto per l'evento, musical eseguito dall'orchestra e dal coro del conservatorio di S.Cecilia di Roma nella sala Nervi del Vaticano, con diretta televisiva via satellite in tutto il mondo.

 


 

Ringraziamenti vanno a Achille Serrao, di  Roma, nato nel 1936, è poeta, scrittore e critico. Sua è la voce con cui è stata registrata la poesia "Luna di Agerola" di Salvatore di Giacomo. È direttore della rivista Periferie e del Centro di documentazione della poesia dialettale «V. Scarpellino». Ha pubblicato libri di narrativa (Sacro e profano, Scene dei guasti, Cammeo, Retropalco), di poesia in lingua (Coordinata polare, Destinato alla giostra, Lista d’attesa, L’altrove il senso), in dialetto (Mal’aria, ’O ssupierchio, ’A canniatura, Cecatèlla, Semmènta vèrde, Cantalèsia), e di saggistica (su Luzi e Caproni e Via terra. Antologia di poesia neodialettale).

 

POETA - ACHILLE SERRAO - AGEROLA

 

Ha esordito nel 1968 con un volumetto di poesie in lingua dal titolo Coordinata polare, cui hanno fatto seguito numerose raccolte. Nel 1990 è apparso il suo primo libro di poesie in dialetto (campano, dell’area casertana) dal titolo Mal’aria (introduzione critica di Franco Loi). Sono seguiti: ‘O ssupierchio, Monterotondo, 1993 (con prefazione di Franco Brevini); ‘A canniatura, Roma, Editori & Associati (prefazione di Giacinto Spagnoletti) e Cecatèlla, Mondovì, (prefazione di Giovanni Tesio). Ha curato nel 1992, per l’editore Campanotto di Udine, l’antologia di poesia neodialettale Via Terra. Tutta la sua opera poetica, in lingua e dialetto, è raccolta in La draga le cose, Minturno, Ed. Caramanica, 1997, con un saggio introduttivo di Emerico Giachery. È presente, con alcuni testi, nei tre volumi mondadoriani ("I Meridiani") curati da Franco Brevini, La poesia in dialetto-Storia e testi dalle origini al Novecento, cui ha collaborato anche come traduttore di poeti napoletani dal ‘500 al ‘900. È stato tradotto in francese, inglese, spagnolo, olandese, serbo-croato. Ha in preparazione un Dizionario dei poeti in dialetto del Novecento. Cura attualmente la rubrica di poesia dialettale della rivista Pagine e dirige, per l’editrice Zone, la collana di poesia dialettale.

 


 

Agli amici Franco Di Luca.  e Birgit Cicha  "ARMONIA NASCOSTA" di cui pubblico la nostra corrispondenza non trovando un modo migliore per ringraziarli:

 

Ciao Rob,

ci ho messo un po' di tempo a preparare il materiale ma ho dovuto lavorarci sopra.

Infatti non avevo nulla di già preparato per quello che mi chiedevi.

Così prima ho dovuto riflettere, poi riscartabellare vecchie registrazioni e infine scelti i brani ho ritenuto necessario riadattarli leggermente proprio per questa situazione .... in particolare sul pezzo "dahin" ho aggiunto una fisarmonica per creare un "clima" più "italiano" e leggermente "popolare". Questo pezzo è in tedesco, su testo di W. Goethe che però si è ispirato all'italia e al suo lungo soggiorno in essa. Il ritornello fa appunto "dahin, dahin" che significa "laggiù, laggiù" cioè in Italia avrei voglia di ritornare. Inoltre si spera che i turisti che visiteranno il sito siano anche stranieri. Se hai bisogno di indicazioni più precise sul testo di questo "Lied tedesco" ispirato all'italia fammelo sapere. Io l'ho composto e Birgit lo canta.

 
FRANCO DI LUCA - BIRGIT CHICA " ARMONIA NASCOSTA" - AGEROLA
 

L'altro brano è nello stile "QuellenMusik" che già conosci, con canto senza testo, pianoforte e in più fisarmonica. Come dice anche il titolo è una specie di Eco di montagna e mi sembrava azzeccato per quei sentieri. Il brano è composto e interpretato da me.

Scegliti tu le parti che ti servono, spero che ti piacciano.... A presto Franco e Birgit.

 

Biografia Franco Di Luca: voce, strumenti e composizione.

Pianista e compositore QuellenMusik.

Diplomato in Pianoforte al Conservatorio di S. Cecilia a Roma.

Assorbe la cultura folkloristica.

Vince diverse manifestazioni come suonatore di Organetto abruzzese.

Attività artistica in Italia, Germania e Svizzera.

Insegnante privato di Pianoforte.

Direzione artistica di Armonia Nascosta.

 

- brano presente nel video "Monti lattari" -

 "Richiamo di Montagna" voce, strumenti e composizione di Franco Di Luca

 

Biografia Birgit Cicha:

Cantante lirica e concertistica, Mezzosoprano.

Laureata in “Scienza della Musica” all’Università di Bochum/Germania.

Diversi ingaggi in Teatri d’Opera tedeschi e svizzeri.

Attività artistica in Italia, Germania e Svizzera.

Curatrice-progetti di Armonia Nascosta.

 

- brano presente nel video "Il Sentiero Valle delle Ferriere" -

e "Sentieri di Agerola"

"Kennst du das Land" mezzosoprano Birgit Cicha

voce, strumenti e composizione di Franco Di Luca

 

Il viaggio di J.W. Goethe in Italia durò quasi due anni, dal 3 settembre 1786 al 18 giugno 1788. Queste le sue tappe principali:

Brennero, Trento, Verona, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Palermo, Agrigento, Catania, Napoli, Roma, Siena, Firenze, Bologna, Milano, Como.

 

Questa poesia di Goethe è diventata l'espressione classica della nostalgia ("Sehnsucht") di molti artisti verso l'Italia:

Kennst du das Land, wo die Zitronen blühn,
Im dunklen Laub die Goldorangen glühn,
Ein sanfter Wind vom blauen Himmel weht,
Die Myrte still und hoch der Lorbeer steht,
Kennst du es wohl?
Dahin! Dahin
Möcht ich mit dir, o mein Geliebter, ziehn!

Conosci tu il paese dove fioriscono i limoni?
Nel verde fogliame splendono arance d'oro
Un vento lieve spira dal cielo azzurro
Tranquillo è il mirto, sereno l'alloro
Lo conosci tu bene?
Laggiù, laggiù
Vorrei con te, o mio amato, andare!

 

 

SENTIERI MUSICALI di Vincenzo Sulpizio. Prima scuola per produttori musicali e tecnici del suono di Roma.

 

Sentieri Musicali - Sala di Registrazione - AGEROLA

 


 

Ringrazio il gruppo musicale ORCHESTRADA in particolare Marco Vidino e Loredana Carannante.

Il gruppo di ètnia nasce nel 2005, è un progetto musicale mirato al recupero delle tradizioni popolari, molto vicino alla World Music, dalla vocazione semplicemente multietnica. Il confronto tra le culture differenti costituisce il suo segno distintivo e si dimostra capace di riunire, all’insegna delle note, popoli e culture di ogni angolo del globo. Il concerto propone un percorso storico-sociale che interessa Napoli e il sud Italia. Il repertorio classico folk è proposto con delle rivisitazioni stilistiche e musicali proprie al gruppo. Lo spettacolo dal titolo 'Tra 'o bbene e 'o mmale' è il perfetto sunto della condizione napoletana odierna raggiunta attraverso i tempi. Il concerto inizia con la famosa 'Jesce sole' composizione anonima del 1200 per poi finire con la 'Tammurriata nera' Di E.A.Mario 1945. Durante il percorso del concerto verranno riproposte delle villanelle, in particolare 'Vurria addeventare', di particolare effetto.

 

ORCHESTRADA - AGEROLA

 

Non mancano Tarantelle e Pizziche:Tarantella del 600 e Pizzica Taranta omaggio al Salento e alla Puglia, territorio che ha subito sorte molto vicina a quella campana. Parte del repertorio è dedicata al fenomeno del Brigantaggio, con i più famosi: 'Brigante se more' e 'Vulesse addeventare nu Brigante'. Inevitabilmente ci sono omaggi al M° De Simone, eseguendo dei brani tratti da 'La Gatta Cenerentola': 'Coro delle lavandaie', 'Canzone delle sei Sorelle', 'Moresca' e pezzi di sua composizione come 'Nascette mmiezo 'o mare',che riguardano da vicino la storia partenopea.

Ad agosto 2006 si sono esibiti a San Lazzaro (AGEROLA), guarda i video del loro concerto.


 

Ringrazio per la fondamentale partecipazione l'artista Franco Milano e le sue figlie.

Franco, (all’anagrafe Francesco Milano) nasce ad Agerola il 10 ottobre del 1948.

Sin da tenera età rivela una forte passione per la pittura e l’arte in genere.

A 13 anni di età inizia a dipingere utilizzando prima acquarello e tempera, poi colori ad olio. I suoi soggetti preferiti sono il paesaggio e la natura. Le sue tele non mancano di particolari minuziosamente riportati e graziosamente inseriti nell’ambiente.

 

PITTORE - FRANCO MILANO - AGEROLA

 

Attualmente è impegnato in un’attenta ricerca sulle origini, la storia e l’evoluzione della chiesa di  S. Maria La Manna, l’edificio sacro della propria parrocchia risalente al XII sec. Franco Milano si propone di realizzare, entro la fine dell’anno, un testo con la funzione di guida per il turista ed il visitatore del luogo sacro.

 


 

Antonio e Salvatore Naclerio dello studio fotografico "L'Immagine" in San Lazzaro di Agerola.

 


 

Domenico e Corrado Mascolo dello studio fotografico "DFV Digital Foto Video" in Bomerano di Agerola.

 

Domenico Mascolo e Figlio - DVF DIGITAL Foto Video - AGEROLA

 


Prof. Aldo Cinque per i documenti inerenti alla geologia del territorio e pubblicati nella sezione notizie denominata "JERULA".

 

Prof. Aldo Cinque - AGEROLA

 


Ringrazio l'amico scrittore e storico Pino Pecchia, per gli interventi sul tema brigantaggio.

 

Scrittore e Storico - Pino Pecchia - AGEROLA

 

Pino Pecchia è nato a Fondi nel 1940, dove risiede. Ha pubblicato nel 2003 “Tra Sacro e Profano in Terra d’Itri”, excursus storico su Itri (LT). Ancora nel 2003 dà alle stampe “I Sardi a Itri – I tragici avvenimenti del 12 e 13 luglio 1911” (La ricostruzione dello scontro, con morti e feriti, avvenuto a Itri tra sardi e itrani, che interessò stampa e Parlamento nazionale e le aule giudiziarie della Corte d’Assise di Napoli). Nel 2005 il racconto autobiografico La guerra! E il dopoguerra? è considerato meritevole di pubblicazione dalla giuria del Concorso Letterario Oggi & Domani e inserito nel volume Marianna e altri racconti. Nel 2005 pubblica il volume: Il Colonnello Michele Pezza (frà diavolo) – Protagonista dell’Insorgenza in Ciociaria e Terra di Lavoro – 1798-1806, che ricostruisce con rigore storico le insorgenze della gente di Ciociaria e Terra di Lavoro, guidate da Michele Pezza contro l’esercito invasore francese, che si impadronì nel 1799 del Regno di Napoli.

 

i sui siti internet: fradiavolo.eu  -  visitaitri.it

 

 

 

>Gli altri non meno importanti  li devo ancora aggiungere.<

 

 
   

HOME | MAPSITE | ABOUT US | HISTORY | GUIDES | LINKS | CREDITS | MAPS | EVENTS | REGISTER | PORTAL

 

AGEROLA

 

 

Per visualizzare lo stato